FAQ > Social Network

Social Network #3

Cosa significa FoMO – Fear of Missing Out?

#3 Cosa significa FoMO – Fear of Missing Out?

FoMO è l’acronimo di Fear of Missing Out, che tradotto letteralmente in italiano significa “Paura di restare tagliati fuori”.

Si tratta a tutti gli effetti di un disordine psicologico, uno stato d’ansia per cui una persona pensa che in sua assenza gli altri stiano vivendo delle esperienze particolarmente appaganti.

Il termine FoMO è stato coniato nel 2004 da Patrick J. McGinnis, che ne scrisse sulla rivista della Harvard Business School, The Harbus.

Già nel 2000, però, l’esperto di marketing Dan Herman aveva parlato della paura di restare tagliati fuori da qualcosa, che del resto è sempre esistita perché fa parte dell’indole umana; secondo una convinzione diffusa, però, la FoMO è stata acuita dall’esplosione del fenomeno dei social network.

Grazie a servizi come Facebook, Instagram, Twitter etc. abbiamo infatti la possibilità di controllare cosa fanno gli altri, guardando ciò che postano in maniera quasi ossessiva: uno studio di Kleiner Perkins Caufield & Byers’s ha calcolato che un utente medio controlla il proprio smartphone una volta ogni 6 minuti, ossia circa 150 volte al giorno, in parte anche per placare la propria FoMO.

La FoMO può avere non solo ripercussioni psicologiche ed emotive ma anche fisiche, come un aumento della sudorazione associato all’impossibilità di reprimere questo genere di ansia.

Altre possibili conseguenze della FoMO sono un aumento delle distrazioni in situazioni in cui invece è necessario rimanere concentrati (a scuola, alla guida…), la diminuzione nella capacità dell’individuo di instaurare interazioni sociali, la sensazione di essere “bombardati” e oppressi da stimoli esterni e informazioni e quella di ritenere che le esperienze che si stanno vivendo non siano sufficientemente appaganti (come invece quelle sperimentate dagli altri).

La Fear of Missing Out (FoMO) è anche alla base di alcune campagne di marketing che puntano proprio sul concetto di mancanza di qualcosa o di esclusione per stimolare le persone alla scelta d’acquisto; un altro metodo molto utilizzato nel marketing per sfruttare la FoMO a vantaggio delle vendite è quello di introdurre un conto alla rovescia prima dell’inizio di una particolare iniziativa.

Torna all'elenco delle F.A.Q.